Ricercare significa “capire”… dove si è e dove è meglio andare

Se “ricercare” significa “capire” – capire dove si è e dove è meglio andare… –, la capacità di saper “vedere”, lontano e vicino, in profondità e d’insieme, ciò che è rilevante e ciò che è solo apparenza, è il cuore di ogni percorso conoscitivo.

La ricerca qualitativa, pertanto, si pone in modo imprescindibile nel processo di cambiamento e innovazione delle Aziende. In un mondo dove la quantità di dati sembra essere sempre meno un problema di approvvigionamento (si pensi alla ricchezza degli open data a disposizione), il pensiero qualitativo è fondamentale per individuare e offrire un paradigma interpretativo, ovvero il “senso” di un fenomeno – in fase emergente o di consolidamento – che altrimenti potrebbe apparire una “casualità statistica”, laddove sfugga una corretta interpretazione.

Eumetra Monterosa  – secondo il principio di «ecologia informativa» – vuole proporre ai propri Clienti un approccio qualitativo che punta ad offrire “soluzioni” alle key question principali delle Aziende Committenti, tools di supporto interpretativo “attivanti/operativi”, percorsi di «innovation awakening&identification» per un relazionarsi sempre aggiornato con il pubblico di riferimento.

A questo scopo vi sono tutte le metodologie a disposizione – classiche, moderne o futuristiche che si voglia… – e l’operazione cruciale è proprio quella di individuare e proporre la soluzione metodologica più “etica” per il Cliente: la migliore sul piano della qualità, la più efficiente su quello delle risorse impiegate.

E offrire al Cliente stesso, non solo un supporto di ricerca, ma anche un contributo consulenziale concreto ed efficace nel portare avanti la propria strategia.

In particolare, a seconda della tipologia di ricerca, dell’ambito di indagine, degli obiettivi del clienti, la Qual offre queste opportunità di studio e analisi:

  • in una logica propedeutica, fornisce alla fase estensiva e quantitativa tutti gli elementi basilari necessari per inquadrare il fenomeno, le dimensioni utilizzate includendo i segnali deboli, le sfumature, i trend emergenti;
  • in una logica esplicativa, propone paradigmi di lettura e comprensione;
  • in una logica prospettica, suggerisce iter risolutivi e di fine tuning o in logica evolutiva ipotesi percorribili che necessitano di misurazioni ad hoc (come e dove si potrebbe agire?);
  • infine, in logica predittiva permette di individuare e selezionare gli insight più potenziali al mercato ma anche più congrui e convergenti al brand e/o ai target (non tutto è adatto a tutti, e nello stesso momentum).

Con il mio ingresso nel team di Eumetra Monterosa le intenzioni si concretizzano grazie a ventiquattro anni di esperienza in Istituti di Ricerca nazionali e Internazionali e ad una personalità creativa, curiosa, libera ed entusiasta.